Linguaggio

Controra è una contrapposizione ai momenti in cui si vive per gli altri e con gli altri.
Come i termini usati in anatomia perpetuano di fatto un modello meccanico superato del nostro organismo.
Cosa vuol dire essere intelligente?
Come il corpo rivela il sopravvento dell'ego.
Ossia essere posti fuori da noi.
Il cinismo vince con facilità sull’empatia. E il sarcasmo non è che una sua variante.
Spacciare la mancanza di pudore per una virtù
Esperienza e senso di realtà.
Avere gli dei dentro.
Si legge con la mente, ma la sede del piacere artistico è nel corpo.
La capacità di lasciarsi andare consapevolmente.
Ovvero la bellezza nelle cose modeste, semplici, incompiute, transitorie.
Non c’è nessun legame logico o concettuale tra visibilità e riconoscimento. Anzi.
La parola nell'esperienza amorosa deve restare legata al corpo, farsi tattile.
Il pericolo degli automatismi mentali di fronte a certe parole.
Come tradurre il termine greco metis di cui non possediamo equivalenti diretti nelle nostre lingue.
Il tiaso indica una festa campestre, festino e rituale religioso al tempo stesso, in cui ciascuno porta un contributo in natura.
Capire le cose o prenderle alla leggera?
Una parola che dà agio.
La serenità è altra cosa rispetto alla felicità a cui guarda il potere.
La genetica delle parole ci rivela che in origine erano pensate col corpo.
Un termine che sembra riassumere l’epoca contemporanea.
L'interessante modalità Apache per ottenere prestigio sociale.
La potenza e l'impotenza veicolata nelle parole.
Dante dice che esistono cose che non pensavamo neanche esistessero.
Per noi esseri umani è molto più difficile percepire coscientemente una data esperienza se nel nostro vocabolario manca la parola che la designa.
Siamo portati dal desiderio, capace di spostarci, di "farci andare verso".
Quando qualcuno ci segnala un 'blocco' fisico, energetico o psicologico, di fatto ci sta classificando come 'difettoso'.
Perché abbiamo cancellato la parola 'no'.
La scrittura creativa e l'autenticità delle parole scaturiscono solo da un contatto con se stessi e il proprio corpo.
Metis è il nome che i greci davano a quella forma di intelligenza non solamente cerebrale che spesso è stata attribuita alle donne.
Per la lingua tedesca è molto chiara la distinzione tra corpo e organismo.
Durante la lettura il corpo rappresenta una valida fonte di informazioni su ciò che sta avvenendo dentro di noi.
La parola thailandese ngan significa sia "lavoro" che "festa".
Una chiave di lettura della società svedese.
Uno scambio originale.
Il termine giapponese kufu indica una condizione di pensiero in cui è coinvolto tutto il corpo nella soluzione di un problema.
L'orizzonte del sentimento è molto più ampio dell'orizzonte della parola.
In greco il fatto di essere incinta si può tradurre con "essere legata", e partorire con "essere slegata".
La sostanziale differenza tra il darsi e il dare.
L'equivoco per cui si ritiene che se non si è famosi non si vale.
Espressioni come “il corpo parla”, “la saggezza del corpo”, “ascolta il tuo corpo” esprimono una visione che potrebbe essere definita pre-copernicana.
¿Cómo se refleja en el cuerpo el modo de hablar - o escribir - de un individuo?
Il confidente interno
Un linguaggio per esprimere ciò che il corpo sente
L'intellettuale Apollineo non si rende conto che il suo gergo sofisticato diventa un ostacolo alla chiarezza intellettuale.
L’etimologia, volendo, ci può aiutare moltissimo.
Perché "ambiguo" è un aggettivo stupendo.